E' un vigile del fuoco fuori servizio la vittima del rogo alla stazione di servizio di Passo Corese

E' un vigile del fuoco fuori servizio la vittima del rogo alla stazione di servizio di Passo Corese

E' un vigile del fuoco fuori servizio la vittima del rogo alla stazione di servizio di Passo Corese

(PRIMAPRESS) – ROMA – Confermata anche l’identità del 50enne morto nell’esplosione alla stazione di servizio sulla via Salaria, in direzione Roma, nei pressi di Passo Corese. Si tratta di Stefano Colasanti, vigile del fuoco fuori servizio che è stato avvolto dalle fiamme scaturite dall’esplosione dell’autocisterna che che stava effettuando il rifornimento di carburante della stazione di servizio. Nello scoppio è rimasta vittima anche un’altra persona. Altre 17 sono rimaste ferite, 6 sono gravi. Tra loro 7 pompieri e alcuni soccorritori del 118. L’autocisterna è esplosa mentre i Vigili del fuoco erano già al lavoro per domare le fiamme nel deposito. Panico tra gli automobilisti e le altre persone presenti. La dinamica dell’incidente Secondo una primissima ricostruzione l’incendio è divampato alle 14.30 circa durante le operazioni di carico-scarico del carburante dell’autocisterna. Sulla strada stava transitando un mezzo con un pompiere che si è fermato e ha chiamato i soccorsi. Ed è proprio lui che ha perso la vita nell’esplosione più devastante, avvenuta poco dopo l’arrivo della squadra dei Vigili del fuoco e che ha sbalzato la cisterna e i mezzi dei soccorsi accorsi sul posto. Le fiamme sono inoltre arrivate su una strada parallela alla Salaria dove è stato trovato il secondo corpo. L’incendio è stato domato e sono in corso le operazioni di bonifica e i rilievi del nucleo investigativo dei Carabinieri di Rieti. Elicotteri per evacuare i feriti Per evacuare i 17 feriti di cui 6 sono in codice rosso: tre sono stati portati all’ospedale di Monterotondo, 4 al Sant’Andrea a Roma, 3 al Sant’Eugenio a Roma, 5 all’ospedale di Rieti e 2 al Policlinico Gemelli a Roma. Tutti hanno riportato ustioni e traumi da scoppio. “Tra i feriti vi sono alcuni soccorritori del 118 con ustioni al volto”, rende noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Tutti hanno riportato ustioni e traumi da scoppio (fratture e contusioni).La via Salaria rimarrà chiusa tutta la notte in entrambe le direzioni tra Borgo Quinzio, nel comune di Fara in Sabina, e Borgo Santa Maria, nel comune di Montelibretti, dal km 38 al km 41,500. – (PRIMAPRESS)

Fonte